Now Reading
Tartu: 9 Cose da Vedere nella Capitale Culturale dell’Estonia

Tartu: 9 Cose da Vedere nella Capitale Culturale dell’Estonia

tartu-estonia-cosa-vedere

Seconda per grandezza tra le città dell’Estonia, Tartu si trova nell’area meridionale del paese, a meno di 200 Km dalla capitale Tallinn, e si affaccia sul fiume Emajõgi, che infonde alle sue strade una caratteristica atmosfera intrisa di fascino misterioso.

Con una lunga storia che si perde nell’epoca ancora precedente all’anno 1000, la città possiede un centro storico di grande bellezza, rappresentando da sempre il cuore intellettuale e culturale dell’Estonia.

statue-a-tartu-estonia

La sua particolarità è quella di essere popolata in gran parte da studenti, in merito alla magnifica e antica Università, istituita nel 1632 dal sovrano svedese Gustavo Adolfo.

Questo pregio ha reso Tartu la meta preferita degli studenti di tutto il mondo e di chi ama l’arte e la cultura, e le ha donato al contempo una forte vivacità e un’animata vita notturna.

Il meglio di Tartu | Top 3:

  1. Imperdibile un giro nel Museo Nazionale Estone, un elegante gioiello d’architettura in cemento, vetro e metallo, interamente dedicato alla storia dell’Estonia.
  2. Fermatevi per un aperitivo in una delle birrerie locali in Piazza del Municipio
  3. Salite la collina di Toomemãgi, per visitare l’antichissima e prestigiosa Università di Tartu.

 

Tartu: 9 Cose da Vedere Assolutamente

Dall’antica università ai musei di cui la città, quale simbolo del rinascimento nazionale, è particolarmente ricca, fino all’area circostante, con i grandi parchi nazionali e gli impianti sciistici, Tartu regala un’esperienza unica e appassionante.

fontana-degli-amanti-tartu
La “Fontana degli Amanti”, il simbolo della città di Tartu

Senza tralasciare, ovviamente, il piacere di provare la cucina locale e di trascorrere la serata in uno dei tanti locali notturni, molto amati dagli studenti.

 

01 Piazza del Municipio
Piazza

piazza-del-municipio-tartu-estonia

La Piazza del Municipio rappresenta il cuore vero e proprio della città, attorno al quale si concentrano strutture alberghiere, locali, vie dello shopping e luoghi di interesse turistico.

Il palazzo stesso del Municipio, realizzato intorno al 1780, si distingue per la caratteristica torre e l’elegante colore rosa. Davanti ad esso si trova quello che è considerato il simbolo di Tartu: la fontana degli amanti, con la statua della giovane coppia intenta a baciarsi sotto un ombrello.

 

02 Museo d’Arte di Tartu
Museo

museo-dell-arte-tartu-estonia

Il Museo d’Arte di Tartu, situato nel centro storico, è ubicato nell’ex residenza privata del colonnello Barclays de Tolly. Il palazzo, edificato nel 1819 sui resti delle vecchie mura cittadine, si riconosce per la struttura vistosamente inclinata: la pendenza è dovuta soprattutto al cedimento della riva del fiume, su cui sorge tutta la città vecchia, a causa delle variazioni di livello dell’acqua sotterranea.

Oggetto di vari restauri, ha comunque mantenuta una pendenza leggermente superiore a quella della Torre di Pisa. Il museo ospita una vasta collezione permanente di dipinti classici, arte moderna e contemporanea, fotografia e installazioni, oltre alle esposizioni temporanee che vengono spesso allestite al suo interno.

 

03 Museo dell’Università di Tartu
Museo

museo-dell'università-di-tartu

Il Museo dell’Università di Tartu, situato in cima alla collina di Toomemãgi, è tanto interessante quanto suggestivo, ospitato all’interno di un’antica cattedrale gotica duecentesca, più volte ricostruita e riadattata ad usi diversi. Il museo propone un percorso espositivo dedicato prevalentemente allo stile di vita degli studenti: dall’antica biblioteca, al laboratorio di scienze, ad una serie di oggetti curiosi e reperti appartenenti ad epoche diverse.

Nell’atrio del museo, è installato il pendolo di Focault, il meccanismo che rende evidente il moto di rotazione della terra. Nel periodo primaverile ed estivo è possibile accedere anche alla terrazza panoramica sulla torre della cattedrale.

L’Università di Tartu è stata fondata nel 1632 da Gustavo Adolfo II Re di Svezia: per un certo periodo di tempo è stata definita infatti con il nome di Accademia Gustaviana. Attualmente, propone quattro aree di studio, studi umanistici, scienze sociali, scienze naturali e medicina, il maestoso edificio oggi sede dell’Università, caratterizzato dalla facciata neoclassica a sei colonne, risale ai primi anni dell’Ottocento.

 

04 I giardini botanici dell’Università
Area

tartu-botanic-garden-giardino-botanico-tartu

Il rigoglioso giardino botanico dell’Università di Tartu risale ai primi anni dell’Ottocento, e dopo il trasferimento nell’attuale sede, presso le vecchie mura cittadine, avvenuto dopo pochi anni, è rimasto praticamente immutato. Il giardino ospita un’enorme varietà di piante perenni, piante ornamentali e piante stagionali, incluse alcune specie caratteristiche delle regioni siberiane.

La presenza delle piante stagionali e annuali rende l’aspetto del giardino in continua mutazione, una serie di serre permette la coltivazione di specie tropicali, palme e piante succulente. Un’area del giardino, affacciata verso il fiume, è interamente dedicata alla coltivazione delle rose.

 

05 Museo Nazionale Estone
Museo

Museo-Nazionale-Estone-tartu

Il Museo Nazionale Estone, inaugurato nel 2016, oltre ad essere il più importante del paese e uno dei più rappresentativi di tutta l’area balcanica, possiede un elevato valore storico e architettonico, in quanto costituito da una struttura ricavata da una vecchia pista di decollo militare sovietica e progettata da un team di giovani architetti.

Il percorso espositivo permanente è dedicato specificamente alla storia e alla cultura etnica locali, dalle origini, alle antiche tradizioni, alle minoranze etniche, con un riguardo particolare per le popolazioni che abitano le aree nordiche situate oltre gli Urali. La visita al museo è un’opportunità per percorrere un viaggio emozionante attraverso la vita, le abitudini e le tradizioni dell’Estonia. Il museo ospita spesso esposizioni temporanee e virtuali.

 

06 Museo della Birra A. Le Coq
Museo

tartu-cosa-vedere-Museo-della-Birra-A.-Le-Coq

Questo museo è interessante soprattutto per gli appassionati della birra, considerando che offre un percorso espositivo con visita guidata della durata di circa due ore dedicato interamente alla produzione della birra locale.

A Tartu, la birra rappresenta una vera e propria tradizione che risale al XIV secolo, regolata da una precisa normativa per la produzione artigianale. Il tour del museo è indicato per chi desideri conoscere tecnicamente le origini della birra, al termine viene inoltre offerta una piacevole degustazione.

 

07 Aparaaditehas
Area

Aparaaditehas-tartu

L’Aparaaditehas di Tartu è un ex complesso industriale sovietico che si estende per circa 14mila metri quadri, recuperato e riqualificato come centro turistico e commerciale, ricco di ristoranti alla moda, locali pubblici e negozi. l’Apaaditehas è il risultato di un progetto del tutto simile al Telliskivi di Kalamaja, un altro vecchio complesso industriale oggi sede di eventi artistici e culturali.

 

08 Tour delle Statue
Area

cosa-vedere-a-tartu-estonia

Passeggiando per le strade di Tartu si incontrano anche numerose statue, sparse per il centro cittadino, interessanti e suggestive. Tra le altre, di fronte al Municipio si trova la Fontana degli Amanti: la coppia di giovani che si baciano sotto la pioggia, simbolo della città.

Accanto al Café Wilde, Oscar Wilde e lo scrittore estone Eduard Vilde sono seduti su una panchina: curiosamente, i due scrittori nella realtà non si sono mai incontrati. Suggestiva è anche la scultura Padre e Figlio di Ülo Õuna, che raffigura due figure della stessa dimensione: un bimbo neonato mentre tiene il padre per mano.

 

09 Museo del giocattolo
Museo

Museo-del-giocattolo-tartu

Il Museo del Giocattolo di Tartu ha sede nell’edificio che, all’inizio dell’Ottocento, ospitava la vecchia scuola della contea, dallo stile classico.

Ospita una collezione di giocattoli piuttosto ampia, che include una raccolta di bambole artistiche e di burattini, oggettistica di provenienza internazionale e gli antichi giocattoli della tradizione ugro / finnica e sovietica. É il luogo ideale per le famiglie, soprattutto in un giorno di pioggia, quando è impossibile effettuare escursioni, e propone spesso giochi, animazione e intrattenimento.

 

Un po’ di storia

Collocato tra la Collina di Toomemãgi, l’insediamento dove la città ha avuto origine, e la riva del fiume, il centro storico di Tartu, con i suoi palazzi settecenteschi, riflette la ricchezza culturale della città, sopravvissuta alla sovietizzazione con un forte spirito intellettuale, creativo e bohémien, tuttora presente.

La fortezza estone situata sulla collina di Toomemãgi risale al VI secolo d.C., successivamente, verso il 1030, la zona venne dominata dal sovrano russo Yaroslav, fino a quando gli Estoni non ne ripresero il controllo. Nel Medioevo, dopo la conquista da parte dell’Ordine dei Cavalieri Teutonici, l’insediamento venne trasformato in un importante centro urbano e commerciale dal nome di Dorpat.

Spesso oggetto di contesa tra la Russia e l’Occidente, Tartu fu conquistata in seguito da Gustavo Adolfo di Svezia, che la rese un importante centro culturale e universitario, per poi essere annessa alla Russia di Pietro il Grande. Dopo l’indipendenza dell’Estonia, Tartu ha mantenuto la sua importanza culturale, grazie alla presenza della prestigiosa Università e di importanti istituzioni museali e artistiche.

Come raggiungere Tartu

Raggiungere l’Estonia è abbastanza semplice e consente, in base alla provenienza, di utilizzare diversi mezzi. L’aeroporto internazionale di Tallin-Lennart Meri si trova a 180 Km di distanza ed è collegato con le maggiori città europee, compresa Roma, successivamente è possibile spostarsi a Tartu in autobus o in treno.

Le linee ferroviarie internazionali collegano Tartu solo all’Est europeo e dalla Scandinavia, in alternativa, da Riga, Copenaghen o Stoccolma è possibile arrivare a Tartu via traghetto. Localmente Tartu è collegata con Tallin tramite treno, in città si consiglia di muoversi a piedi o utilizzando una bici a noleggio, sono comunque disponibili taxi e mezzi pubblici.

 

Dove dormire a Tartu

 

Tour e Attrazioni

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.


© Copyright 2020 OnlineTravel  | Made with ♥ in Italy - P. IVA: 04021000981

 

Scroll To Top